Mosaico


MOSAICO (2013)

Coreografia e Danza: Benedetta Capanna
Musica dal vivo: Vittorino Naso

Mosaico è una produzione excursus con il contributo del CORE nell’ambito dell’Officina Coreografica 2012.
Si ringrazia il Teatro Potlach per la residenza nel settembre 2013.

Creare in una danza paziente, in un mondo di suoni, un mosaico di sé; ricomporre i tasselli sparsi e frantumati, alla ricerca di un centro senza centro … costruire e decostruire, disintegrarsi per integrarsi … arrendersi profondamente per qualche istante a questo inevitabile ciclo.

Questo lavoro vuole essere così una danza paziente, sul continuo morire e nascere a noi stessi. Darsi il tempo di esaurire l’ascolto intimo del corpo in cinque danze che muoiono e nascono una dentro l’altra seguendo un percorso di anatomia esperienziale: fluidi, visceri, ossa, muscolatura profonda, respiro… Ogni aspetto della nostra fisicità rispecchia infatti una diversa qualità di movimento, una diversa dinamica, uno stato psicologico, una fase di sviluppo emotivo e mentale, e questo ascolto del corpo e delle qualità che ne derivano danno forma ad una danza sempre diversa che coinvolge tutti questi colori. Continuamente muoiono le nostre danze nello stesso istante danzato, muoiono i nostri desideri nello stesso istante della loro realizzazione, muoiono i nostri bisogni, muoiono i suoni nell’ascolto e così i nostri ruoli e le nostre idee. A volte sembra più una frantumazione, una disgregazione, una dissacrazione delle certezze … Ma è solo nell’abbandonarsi a questo inevitabile processo che ci offriamo la possibilità di stupirci di noi nel presente della vita, assaporando anche se per poco un centro senza centro. Quando la vita e il cuore sembrano essere a pezzi, grazie all’arte abbiamo la grande consolazione di poter mettere insieme un amabile e delicato mosaico di noi.