Posts by Benedetta


Riflessioni e Condivisioni

Riflessioni e Condivisioni


Posted By on ago 1, 2019

Lo Yoga si sta decontestualizzando, impacchettato in un prodotto vendibile, di facile consumo e standardizzato. Si è direi staccato da una “cosmicità”, da una relazione profonda e diretta col tutto e col mondo, incentrandosi in una fisicità X, come se questa non fosse poi influenzata dall’ambiente in cui vive e si relaziona.
E’ possibile praticare nello stesso modo la mattina e la sera? E’ possibile ignorare il cambio di intensità della luce nel corso di un giorno e di un anno? Si vuole sensibilizzare e conoscere lo strumento corpo o imporgli uno schema?
Per me c’è un quotidiano e una specificità umana commoventi ed intensi che prepotentemente entrano nella pratica, ma a volte invece sembra non esserci relazione e quindi attraversamento.
La superficialità con la quale viviamo spesso il presente diventa qualità della pratica, e la potenza di questa non trova varco nel quotidiano.
Ma è forse una mancanza di chiara direzionalità o fine dichiarato della stessa pratica a rendere tutto così piatto? Una confusione di partenza su cosa cerchiamo da praticanti e da insegnanti? Forse chiedersi all’inizio della pratica il perchè di quello che stiamo facendo e terminare ripetendosi la stessa domanda ( e magari vedere che la risposta è cambiata), potrebbe essere una chiave per rendere più funzionale, vero e nutriente quello che facciamo?
C’è un grande potere in ciò che si impara in una lezione di Yoga, in un teacher training, in un seminario, ma come veramente applicarlo come studenti ed insegnanti?
Stiamo imparando a memoria una nozione o ci stiamo facendo trasformare? Non c’è a volte ingordigia anche in questo tra noi insegnanti? Stiamo dando una lezione come se offrissimo un’aspirina o stiamo creando uno spazio di crescita personale, di scambio, che nasce dai dubbi e dai vuoti che vogliamo colmare e dal bisogno di connetterci e ritrovarci con quell’Oltre, quel Tutto?

Read More